#Quirinale Soap Opera

Pubblicato il da Orson

#Quirinale Soap Opera

Fra oggi e domani, ancora non si sa bene, sarà eletto il nuovo Presidente della Repubblica Italiana. E' stata una soap opera, raccontata come una soap opera, con i primi piani "basiti", i lucciconi negli occhi, gli intrighi di palazzo, di corte, gli amori inconfessati, i retroscena e i sotterfugi. Una vicenda dove l'unica strategia possibile è stata quella dei lemuri che corrono verso il precipizio e nel burrone c'è caduto Pierluigi Bersani, trascinando con sé ciò che rimaneva del PD. Nessuno ha capito il perché non si poteva votare Rodotà, che in questa vicenda sembra un vecchio colonnello sudamericano, ricordo di quando ancora la politica era diversa, come nessuno lo ricorda. Un tipo alla Buendia, citando la grande famiglia di Cent'anni di Solitudine di Marquez. Android Marini è stato scongelato. Poi c'è il giovane satiro, ribelle a ore e avvezzo alle luci della ribalta, Renzi, costretto a dire cose sensate e ancora non in grado di mettersi alla testa dei peones democrats. C'è il padre Bersani che ha perso la bussola, che ancora immagina un futuro per la sua compagine, ma sono i ritagli di un sogno che finisce male, con la gente che scappa per le strade, i cavalli che fuggono dalle stalle, i campi che vanno a fuoco, le belle giovini che finiscono preda degli appetiti sessuali dell'armata nemica, che cambia volto e generale.

"Chi la fa l'aspetti" sembra dire il generale Josè Grillo mentre i suoi manipoli sembrano fare razzie capitanati da Don Vito Crimi e Donna Roberta Lombardi, mentre lui sul suo fedele destriero Camper osserva tutto da lontano. Aveva offerto un cavallo, il colonello Rodotà, ma non è stato neanche preso in considerazione. Quindi adesso? Adesso il grande plutocrate Berlscunoes è salvo, come lo è sempre stato, ride e sorride, mentre la distruzione divampa in questa cornice di tardo novecento che muore, che affonda contro l'iceberg, un titanic della Costa Crociere, dove la cronaca anticipa l'immaginario e il paese muore si uccide nei parcheggi, nei capannoni e in luoghi di transizione.
Ci saranno sorprese? Certamente. Bisogna aspettare la puntata nuova. State tranquilli però, è tutto già scritto.

Commenta il post