E se Crocetta vincesse?

Pubblicato il da Orson

E se Crocetta vincesse?

Tranquilli, non ci sono nuove elezioni in Sicila.Crocetta ha vinto anche se non ha la maggioranza, il M5S è il primo partito e governare non è facile in Trinacria. Oggi mentre ero in autostrada sento la dichiarazione del neo-presidente che vuole Franco Battiato come Assessore alla Cultura della Regione Sicilia. L'ufficio stampa dell'artista lancia il suo no commenti, ma pare che Battiato ci voglia pensare e avrebbe dato comunque massima disponibilità almeno a collaborare su progetti con la Giunta Regionale. Non è come se De Magistris o Caldoro chiamassero Gigi D'Alessio, è un'altra cosa, perchè Franco Battiato, sul cui valore d'artista non si discute, è anche un uomo che da sempre lavora nella cultura, Sono i primi tasselli, insieme alla figlia di Borsellino, della famosa giunta "pirotecnica" che vuole comporre Crocetta.
Certo sappiamo che sarà una vita difficile senza la maggioranza assoluta, mancano 6 consiglieri, ma Crocetta ha detto che vuole una giunta totalmente indipendente dall'Assemblea. Due conti se li è fatti pure lui ed in fondo ha un paio di frecce al suo arco.

Primo, tutti i consiglieri sono osservati speciali, vista anche lo stato in cui versano le casse pubbliche siciliane, quindi dovranno stare molto attenti nel votare i provvidenti, soprattuto con i watchdog stellati che assolveranno fino in fondo questo compito. Non solo. Possiamo già immaginare che se la giunta proponesse dei provvidementi davvero seri e rivoluzionari si potrebbe trovare l'appoggio, caso per caso, anche degli stellati, che ritengo sempre teste pensanti al di là del loro capo politico Grillo.
C'è un'altra condizione. Qualora cada Crocetta si andrà a nuove elezioni, però cambieranno le regole. Infatti ci sarà la riduzione dei consiglieri che da 90 a 70, 20 di meno. Chi se la prenda questa responsabilità? Ammettiamo che siamo solo una questione di puro interesse personale, chi si può garantire una sicura rielezione. Questa cosa io l'ho sentita oggi e mai in tutto il periodo pre-elettorale.

Dopo l'elezione il neo-presidente è apparso in diversi talk show, l'ho seguito soprattutto attraverso i twit. Crocetta ha una comunicazione strana, si scorda qualche parola, ha un'inflessione dialettale non marcatissima, ma che a alcuni risulta fastidiosa, son sempre quelli che poi confondo il congiuntivo come un'affezione agli occhi, però se c'è da picchiare lo fa e sa rispondere. Lo sa Renzi, a Ballarò, e lo sa la Santanchè a Servizio Pubblico.
Però mi chiedo, se questo modello, seppure zoppo, avesse successo, cioè riuscire a realizzare un'inversione di tendenza in Sicilia, sia nel degrado dei conti, sia in quello dell'occupazione, non sabbe una spinta affinchè si raggiungono dei risultati condivisi più forti, non potrebbe essere un dispositico contro l'antipolitica? Forse.

Commenta il post